Juzcar

Juzcar

Benvenuti nel mondo segreto dei Puffi! Il villaggio di Júzcar, noto come il villaggio dei Puffi, è un piccolo comune nella parte occidentale della provincia, completamente dipinto di blu, da cui il nome che gli è stato dato.

Storia di Júzcar

Non si hanno notizie di antichi insediamenti o coloni nella zona, quindi la storia conosciuta di Júzcar si limita al periodo moresco, terminato con la riconquista nel 1485.

In seguito, i Mori, sottoposti a misure severe, iniziarono a ribellarsi con atti di guerriglia e sabotaggio. Nel XIX secolo, a Júzcar fu costruita la prima fabbrica di latta della Spagna.

Il villaggio dei puffi

Nel 2011 è uscito il film I Puffi e per promuoverlo un’agenzia di marketing nazionale ha avuto l’idea di decorare un intero villaggio di blu. Gli abitanti del luogo hanno quindi accettato di collaborare con loro, dipingendo l’intero villaggio di questo caratteristico colore con decorazioni del noto mondo dei Puffi.

Cosa fare e vedere a Júzcar

Il villaggio blu si trova in un ambiente eccezionale per la pratica di attività legate alla natura, in particolare gli sport d’avventura in alcune delle meravigliose località della zona.

Completamente decorato con dipinti dei Puffi
Completamente decorato con dipinti dei Puffi | carlosrego.es

Percorsi escursionistici: in tutta la regione si trovano diversi percorsi, come indicato nella mappa sottostante. Alcuni di essi attraversano ambienti meravigliosi come il Torcal de los Riscos e il Castañar de Júzcar.

Attività di avventura: il luogo da visitare è la Sima del Diablo, una gola creata dall’erosione di un fiume. Qui è possibile praticare il canyoning per scaricare l’adrenalina con attrezzature professionali.

Museo micologico: se siete appassionati di funghi, questa è una tappa obbligata. Dispone di una mostra e di un centro di informazione culturale.

Feste popolari e gastronomia

“El Huerto del Niño”: senza dubbio la festa più caratteristica di Júzcar. Alla fine della Settimana Santa, la domenica di Pasqua, gli abitanti del villaggio si riuniscono per costruire una capanna con i pini, ricreando il ricongiungimento della Vergine e del Bambino Gesù.

Fiesta de la Virgen de Moclón: in agosto, la festa si svolge in onore della patrona per 8 giorni di attività ed eventi in tutto il villaggio.

Giornate micologiche della Valle del Genal: organizzate durante la stagione dei funghi, nel mese di novembre si possono svolgere numerose attività in linea con questa tradizione e, sempre più spesso, con l’hobby di molte persone.

Júzcar, il villaggio dei puffi
Júzcar, il villaggio dei puffi | viajaconyasu.com

Il prodotto principale della gastronomia di Júzcar sono i funghi e simili, quindi non potete andarvene senza aver provato le uova strapazzate con aglio, funghi o asparagi. Per l’inverno, il piatto caldo più tipico della zona è il “sopeao de collejas”, uno stufato a base di questa pianta poco conosciuta.

Come arrivare a Júzcar

Come arrivare in autobus

A causa della sua posizione, vicino alla Sierra de las Nieves, ma lontano dalle principali vie di comunicazione, il villaggio di Júzcar è difficile da raggiungere con i mezzi pubblici. L’alternativa migliore è prendere un autobus da Stazione di Malaga a Ronda.

Da qui parte un percorso che attraversa tutti i villaggi della regione, come Parauta o Faraján, fermandosi a Júzcar. Parte da Ronda alle 13.30 e in mezz’ora si può essere in paese.

Come arrivare in auto

Tuttavia, se avete deciso di noleggiare una comoda auto a 7 posti a Malaga, avrete l’opportunità di godervi un bellissimo viaggio in auto attraverso le verdi montagne della Sierra de las Nieves.

Dall’aeroporto, prendendo la MA-21 e seguendo la deviazione per la AP-7 in direzione di Fuengirola, impiegherete meno tempo rispetto all’autobus (1 ora e mezza di autostrada). Se volete prendere l’autostrada per Marbella, seguite questo percorso senza svoltare fino all’uscita 172 in direzione San Pedro de Alcántara, poco prima di Benahavís.

Da qui può essere un po’ complicato, fate attenzione quando cambiate direzione e cercate sempre la direzione di Ronda.

Se preferite evitarla, potete seguire la strada che passa per Alhaurín El Grande, Ojén o Monda, e a Marbella prendere la vecchia strada N-340, che corre lungo la costa e si estende fino a Cadice. È un percorso più bello, poiché si attraversano strade di campagna tra le montagne, ma molto più lento (più di 2 ore).

Informazioni rilevanti

Periodo migliore per visitarla: aprile-maggio e novembre-dicembre.

Da non perdere: passeggiare nelle vicine foreste verdi.

Posti dove mangiare nelle vicinanze: Nel villaggio stesso ci sono alcune alternative molto tradizionali dove mangiare, dato che si tratta di un piccolo villaggio. Nei piccoli villaggi vicini troverete anche ristoranti dove potrete assaggiare i piatti tipici e tradizionali della regione.

Per maggiori informazioni sulla città è possibile consultare il sito web del Comune di Júzcar: https://www.juzcar.es/

Altre post nella sezione Málaga che potrebbero interessarti

Cutar

Cutar

09.04.2024

Vedi post
Humilladero

Humilladero

02.04.2024

Vedi post
Valle de Abdalajís

Valle de Abdalajís

26.03.2024

Vedi post


    Ti informiamo che i dati personali raccolti saranno trattati da Ecargest S.L., come responsabile del trattamento. Lo scopo è quello di inviarti le informazioni richieste sotto il tuo consenso, così come le nostre offerte commerciali, se espresso. I dati personali trattati saranno dati di contatto. I tuoi dati non saranno trasmessi a terzi, a meno che non ci siano obblighi legali. Puoi esercitare i tuoi diritti di accesso, rettifica, cancellazione, opposizione, limitazione e portabilità su . Maggiori informazioni Informativa sulla Privacy.