Valle de Abdalajís

Valle de Abdalajís

Situato nel cuore della Sierra de Abdalajís, il villaggio omonimo è un affascinante comune noto per il suo ricco patrimonio culturale, i suoi impressionanti percorsi escursionistici e i paesaggi spettacolari.

In questo articolo ti sveliamo tutto ciò che il Valle de Abdalajís ha da offrire e come arrivarci per rendere la tua visita un’esperienza indimenticabile.

Storia del Valle de Abdalajís

La storia del Valle de Abdalajís inizia nell’Età del Bronzo, come dimostrano le grotte e i resti preistorici trovati nella zona. In seguito, durante il periodo romano, la valle si sviluppò considerevolmente grazie alla sua buona posizione e alla grande varietà di risorse naturali.

Il cambiamento più significativo nel Valle de Abdalajís avvenne con l’arrivo dei musulmani quando questa zona ricevette il suo attuale nome, in onore al leader arabo Abdalajís. L’influenza musulmana è ancora percepibile nella disposizione delle strade e nell’agricoltura della zona.

Valle de Abdalajís, vista delle strade e delle case bianche del villaggio
Valle de Abdalajís, vista delle strade e delle case bianche del villaggio | cadenaser.com

Dopo la Reconquista, quando i cristiani riconquistarono il controllo, la valle subì diversi cambiamenti e furono costruite strutture e nuove forme di agricoltura e tradizioni. L’abolizione dei signori feudali nel 1811 segnò la fine di un’era feudale, lasciando spazio allo sviluppo che ha plasmato la moderna valle, ricca di storia, patrimonio e cultura.

Cosa vedere e fare nel Valle de Abdalajís

Il Valle de Abdalajís offre una vasta gamma di attrazioni culturali e naturali da esplorare durante la tua visita. Di seguito, ti presentiamo le più popolari tra i visitatori.

Cosa vedere nel Valle de Abdalajís

Convento residenza di San José de la Montaña

Questo edificio di notevole valore architettonico e religioso nella zona sorge sulla casa natale di Madre Petra, nota anche come Ana José Perez Florido, illustre figura della valle e fondatrice della Congregazione delle Madri Abbandonate e di San José de la Montaña, beatificata nel 1994 dal Papa Giovanni Paolo II.

Residenza conventuale San José de la Montaña a Valle de Abdalajís
Residenza conventuale San José de la Montaña a Valle de Abdalajís | cercademicasa.wordpress.com

A eccezione della parte antica, conservata in perfette condizioni con le stanze e gli oggetti di Madre Petra, il resto dell’edificio è stato ristrutturato e adattato e ospita più di 70 anziani.

Chiesa di San Lorenzo Mártir

Situata nella piazza omonima, è una costruzione del XIV secolo legata al Palazzo del Conte dei Corbos, fondatore del comune. Con una pianta a croce latina e tre navate, nel suo altare maggiore spicca un crocifisso e scene bibliche accanto alle immagini della Vergine dei Dolori e di San Lorenzo Mártir, entrambi patroni del comune.

Include inoltre una rappresentazione di Madre Petra, nativa del Valle de Abdalajís, di cui abbiamo parlato nella sezione precedente.

Eremo del Santissimo Cristo della Sierra

Situato sulla cima della Sierra e costruito nel 1954, questo eremo è stato un luogo di devozione fin dal XVIII secolo. L’accesso all’eremo offre una vista panoramica mozzafiato sul paese e su tutta la Sierra de Abdalajís, rendendo questa visita un must per tutti gli amanti del paesaggio e dello spirito.

Eremo del Santísimo Cristo de la Sierra nella Valle de Abdalajís
Eremo del Santísimo Cristo de la Sierra nella Valle de Abdalajís | malaga.es

Punto di vista di Gangarro

Dall’Eremo del Cristo della Sierra si accede all’impressionante punto di vista di Gangarro tramite ripide scale scavate nella roccia calcarea.

Fontana di Arriba

Situata nella Plaza de la Virgen de los Dolores, è la fontana più antica della città, costruita nel 1539 e tradizionalmente conosciuta come la fontana del Noce. Si caratterizza per la sua costruzione in roccia calcarea locale, con due beccucci in bronzo.

Fuente de Arriba, la fontana più antica del villaggio, costruita nel 1539
Fuente de Arriba, la fontana più antica del villaggio, costruita nel 1539 | valledeabdalajis.es

Un detto popolare associato alla sorgente che la alimenta, particolarmente attivo durante le piogge, suggerisce che se l’acqua scorre per la strada per un intero giorno, è indicativo che continuerà a piovere.

La peana

Questo monolite di calcare a forma di parallelepipedo è il simbolo più chiaro della ricchezza archeologica del comune.

Si pensa che abbia funzionato come piedistallo per una statua, anche se non si sa con certezza se questa statua fosse dedicata a una divinità o all’imperatore Traiano. L’originale è conservato nel museo locale, mentre nella Plaza de San Lorenzo possiamo trovare una replica molto ben fatta.

Museo Valle de Abdalajís

Situato in Avenida Blas Infante, il museo offre uno sguardo alla storia del Valle de Abdalajís attraverso la sua interessante collezione di reperti archeologici. Dai braccialetti alle ceramiche, dai busti alle monete e agli arredi funerari, questi pezzi testimoniano il patrimonio storico del comune.

Inoltre, il museo organizza mostre temporanee che esplorano la cultura, le tradizioni e l’ambiente naturale della zona.

Museo Etnografico Valle de Abdalajís, un'interessante collezione di oggetti archeologici
Museo Etnografico Valle de Abdalajís, un’interessante collezione di oggetti archeologici | entorno.caminitodelrey.info/

Orari:

  • Autunno, inverno e primavera: dal martedì alla domenica tranne il 25 dicembre e il 1 gennaio. Dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 20:00.
  • Estate: tutti i giorni dalle 10:00 alle 14:00 e dalle 17:00 alle 21:00

Natura e escursioni

Percorso di Cantarrana

Il Percorso di Cantarrana è un percorso circolare che inizia nella Plaza de San Lorenzo. Lungo questo percorso, gli escursionisti possono godere di bellissime viste sui campi di mandorli e sul paesaggio mozzafiato del comune di Valle de Abdalajís e delle montagne circostanti.

Dati di interesse

  • Tempo stimato: 3-3,5 ore
  • Chilometri: 7,7 chilometri andata e ritorno
  • Posizione stimata: Plaza de San Lorenzo
  • Difficoltà: media

Percorso di Ratilla

Questo percorso andata e ritorno, con una lunghezza totale di circa 6 chilometri, consente di godere di un ambiente naturale con palme e formazioni rocciose, terminando nella spettacolare vetta di Capilla. È un’attività particolarmente consigliata da fare in inverno, primavera e autunno.

Percorso della Ratilla, un ambiente naturale con palme e formazioni rocciose
Percorso della Ratilla, un ambiente naturale con palme e formazioni rocciose | valledeabdalajis.es

Dati di interesse

  • Tempo stimato: 3-3,5 ore
  • Chilometri: 6,4 chilometri andata e ritorno
  • Dislivello: 541 metri
  • Posizione stimata: a Valle de Abdalajís, prendendo la strada regionale C-337 in direzione di Antequera.
  • Difficoltà: media – alta

Percorso del Torcal del Charcón

Il percorso offre una salita lungo un sentiero a zig-zag, ideale per gli avventurieri e gli amanti del trekking, che porta alle storiche rovine del cortijo Charcón. Prosegue con una salita verso il Torcal del Charcón, offrendo un’opportunità unica per ammirare ed esplorare le sue straordinarie formazioni calcaree.

Dati di interesse

  • Tempo stimato: 3,5 ore
  • Chilometri: 9 chilometri andata e ritorno
  • Dislivello: 756 metri
  • Posizione stimata: a Valle de Abdalajís, Camino del Canal
  • Difficoltà: media – alta

Percorso della Fontana di Zarza

Questo percorso circolare e facile da percorrere costeggia il Cerro de los Perdigones, offrendo viste spettacolari sulla Sierra de Abdalajís. Il punto più alto è la Fontana di Zarza, ideale per fare una pausa e bere acqua. Durante la stagione delle piogge, è importante fare attenzione a attraversare i vari ruscelli e valloni che si trovano lungo il percorso.

Punto più alto dell'itinerario Fuente de la Zarza
Punto più alto dell’itinerario Fuente de la Zarza | valledeabdalajis.es

Dati di interesse

  • Tempo stimato: 2 ore
  • Chilometri: 8,5 chilometri andata e ritorno
  • Posizione stimata: a Valle de Abdalajís, Plaza de San Lorenzo
  • Difficoltà: media – bassa

Percorso delle Scale Arabe

Questo percorso conduce direttamente alle sinuose scale di pietra conosciute come “Scale Arabe”, offrendo lungo il tragitto viste panoramiche eccezionali sul Parco Naturale delle Gole dei Gaitanes e El Chorro, rendendolo un’esperienza visivamente impressionante e indimenticabile.

Dati di interesse

  • Tempo stimato: 4-4,5 ore
  • Chilometri: 15 chilometri andata e ritorno
  • Ubicazione approssimativa: Valle de Abdalajis, Camino del Nacimiento
  • Difficoltà: media – alta

Percorso di salita alla Huma dalla Faccia Nord

Con un’altezza di 1195 metri, la salita alla Huma è uno dei percorsi più impressionanti della provincia di Malaga, offrendo viste panoramiche sulla Valle del Guadalhorce e Guadalteba e, nelle giornate limpide, è anche possibile scorgere il mare in lontananza.

Il percorso più popolare tra gli escursionisti è quello che sale dalla faccia sud da El Chorro, ma l’alternativa dalla faccia nord è notevolmente più facile.

Dati di interesse

  • Tempo stimato: 4,5 – 5 ore
  • Chilometri: 18,36 chilometri andata e ritorno
  • Ubicazione approssimativa: Valle de Abdalajis, Camino del Nacimiento
  • Difficoltà: media – alta

Percorso della Sierra del Castillo

Questo percorso circolare offre una finestra sulla storia regionale, segnata dalla presenza di Iberi, Romani e Musulmani, visibile attraverso vari reperti archeologici dispersi nel contesto naturale. È un’eccellente opportunità per combinare il piacere del paesaggio con un viaggio nel ricco passato culturale e storico della regione.

Dati di interesse

Percorso della Sierra del Castillo, viste spettacolari con resti archeologici
Percorso della Sierra del Castillo, viste spettacolari con resti archeologici | wikiloc.com

  • Tempo stimato: 3,5 ore
  • Chilometri: 13,76 chilometri andata e ritorno
  • Ubicazione approssimativa: Valle de Abdalajis, Plaza de San Lorenzo
  • Difficoltà: media

Percorso della Nascita

Noto anche come Percorso della Rejana, questo sentiero offre un percorso circolare di difficoltà media con viste mozzafiato sul Tajo del Cuervo.

Dati di interesse

  • Tempo stimato: 2 – 2,5 ore
  • Chilometri: 10 chilometri andata e ritorno
  • Dislivello: 445 metri
  • Ubicazione approssimativa: Valle de Abdalajis, Camino del Nacimiento
  • Difficoltà: media

Grande Via

Questo percorso circolare offre viste spettacolari sul Caminito del Rey e sulle Gole dei Gaitanes. Lungo il percorso troverai interessanti tombe romaniche.

Dati di interesse

  • Tempo stimato: 3 – 3,5 ore
  • Chilometri: 11,58 chilometri andata e ritorno
  • Ubicazione approssimativa: Valle de Abdalajis, Carretera MA-4401 direzione El Chorro
  • Difficoltà: media

Feste popolari e gastronomia

Romería del Cristo de la Sierra

Durante il primo fine settimana di maggio, la Sierra de Abdalajís si riempie di emozione con la processione in onore del Santissimo Cristo de la Sierra.

Romería del Cristo de la Sierra nella Valle de Abdalajís
Romería del Cristo de la Sierra nella Valle de Abdalajís | valledeabdalajis.es

La storia narra che questo Cristo fu trovato da un pastore nella zona negli anni ’50. La processione inizia con la processione del Cristo per le strade della città e la partenza dei pellegrini da Malaga, passando per località come Cártama, Pizarra e Álora fino alla domenica, giorno in cui viene celebrata una messa per concludere la festa.

Percorso delle Tappe e delle Candele

Questo evento, che si tiene nel fine settimana più vicino al 2 febbraio, offre tre giorni di gastronomia, spettacoli e attività in cui i visitatori possono gustare la cucina locale, il tradizionale fuoco delle candele e persino praticare sport all’aria aperta lungo la Sierra del Valle de Abdalajís.

Notte di San Giovanni

Mentre in altre zone vicine il fuoco è al centro dell’attenzione nella Notte di San Giovanni, a Valle de Abdalajís è l’acqua la protagonista. Gli abitanti escono in strada con secchi, brocche e palloncini d’acqua per godersi la notte più divertente dell’anno.

Settimana Santa

Caratterizzata dalla sua profonda religiosità e singolarità, la Settimana Santa di Valle de Abdalajís è protagonizzata da due confraternite: la Confraternita di Maria Santissima dei Dolori e la Confraternita di Nostro Padre Gesù Nazareno.

Canto al Cristo di Saetero nella celebrazione della Settimana Santa
Canto al Cristo di Saetero nella celebrazione della Settimana Santa | ourtour.co.uk

Fiera di San Lorenzo

Le festività principali del paese si svolgono intorno al 10 agosto in onore di San Lorenzo, il patrono locale. Durante questo periodo, si tengono eventi festosi e culturali, come mostre, concorsi e spettacoli tradizionali di danza e canto.

Come arrivare a Valle de Abdalajís

Come arrivare con i mezzi pubblici

Autobus

Se vuoi prendere l’autobus da Malaga a Valle de Abdalajís, hai diverse opzioni disponibili che partono da diverse zone della città.

Uno dei modi più veloci e diretti è prendere un autobus di ALSA, e in circa 1 ora e 30 minuti sarai arrivato a destinazione. Il prezzo del biglietto di solito varia da 8 a 10 euro, a seconda dell’orario e della stagione.

Treno

Un’altra opzione per raggiungere Valle de Abdalajís da Malaga è il treno con la compagnia RENFE. Puoi prenderlo alla stazione di María Zambrano in direzione El Chorro-Álora. Il viaggio dura circa 39 minuti e i biglietti costano tra 6 e 9 euro. Tuttavia, tieni presente che El Chorro non si trova a Valle de Abdalajís, quindi avrai bisogno di un mezzo di trasporto aggiuntivo.

Come arrivare in auto

Per raggiungere Valle de Abdalajís in auto, la migliore opzione è noleggiare un’auto pieno-pieno all’aeroporto di Malaga.

Segui la strada N-340 in direzione di Malaga, quindi unisciti all’A-7 in direzione di Algeciras.

Continua sull’A-7 per circa 15 chilometri e prendi l’uscita 241 in direzione Cártama/Coín. Segui le indicazioni per Cártama/Coín sulla MA-3300 per circa 20 minuti fino a Coín. Da Coín, segui i cartelli per Alhaurín el Grande, quindi prendi la MA-5402 in direzione di Valle de Abdalajís. Il tempo di percorrenza stimato è di circa 45 minuti, a seconda delle condizioni del traffico.

Stai pianificando un viaggio nella zona? Da Valle de Abdalajís hai accesso a molti punti di interesse come El Caminito del Rey, il famoso sentiero sospeso che attraversa le Gole dei Gaitanes, o Antequera con i suoi dolmen o il famoso Torcal.

Mappa di Valle de Abdalajís

Valle de Abdalajís sarà una tappa del tuo viaggio? Ecco una mappa con tutto ciò che abbiamo menzionato in questo articolo.

Per ulteriori informazioni su Valle de Abdalajís, ti consigliamo di consultare il sito web del comune.

Altre post nella sezione Málaga che potrebbero interessarti

Montejaque

Montejaque

16.04.2024

Vedi post
Cutar

Cutar

09.04.2024

Vedi post
Humilladero

Humilladero

02.04.2024

Vedi post


    Ti informiamo che i dati personali raccolti saranno trattati da Ecargest S.L., come responsabile del trattamento. Lo scopo è quello di inviarti le informazioni richieste sotto il tuo consenso, così come le nostre offerte commerciali, se espresso. I dati personali trattati saranno dati di contatto. I tuoi dati non saranno trasmessi a terzi, a meno che non ci siano obblighi legali. Puoi esercitare i tuoi diritti di accesso, rettifica, cancellazione, opposizione, limitazione e portabilità su . Maggiori informazioni Informativa sulla Privacy.